#Tlc – Rete Unica Open Fiber Cdp Tim nuovo Monopolio: cosa ci aspetta?

Rete Unica

Rete Unica. Ti parlo di questo argomento perché ritengo sia importante che anche Tu sappia cosa sta avvenendo. Non puoi più essere ostaggio di monopoli, ma devi poter spaziare tra diverse scelte senza timori di mal funzionamento o Assistenze mirabolanti e poter far viaggiare al massimo il tuo Business.

Cosa ci fanno insieme queste tre aziende? Adesso te lo spiego.

Nel titolo del post ci sono nomi che sicuramente conosci ; #TIM, #OpenFiber e #Cdp (cassa depositi e prestiti) . Le prime due si occupano di telefonia, seppur in maniera differente, mentre la terza è da sempre considerata la cassaforte del Paese.

Con il Lock Down si è avuto prova di quanto il ns Paese abbia un immediato bisogno di una nuova rete telefonica che sia potente e all’avanguardia.

Ormai non si parla d’altro se non di smart working e di quanto ci vogliono puntare le Aziende, gli studi professionali e qualsiasi altra attività che basa gran parte del suo business sul digitale.

Non ci possiamo più permettere zone territoriali dove la connessione sia pessima o ancora un miraggio, ne va della ripresa economica e allora si è deciso, grazie anche al famoso Recovery Found, di mettere mano a questo annoso problema.

Rete Unica

Da tempo si sta lavorando per creare una nuova rete totalmente in fibra e siccome non si è mai trovato un accordo tra TIM e Open Fiber, se ne stanno costruendo due. Un dispendio inutile di soldi e tempo, senza poi raggiungere il vero obiettivo, ovvero portare la fibra nelle aree del Paese dove stanno ancora con l’ADSL 7 mega (se tutto va bene).

La questione è finita in parlamento e dal dopo Lock Down ha preso una forte accellerazione. Si è iniziato a parlare di Rete Unica, ovvero forzare il progetto di unione tra  TIM e Open Fiber , con il placet di CdP che è azionista sia di Tim che di Open Fiber.

Fino ad oggi la quadra non si era mai trovata in quanto TIM, abituata a farla da padrona, anche in questo caso voleva avere la maggioranza di questa nuova società, cosa che nè Open Fiber nè tutti gli altri Gestori (Vodafone – WindTre – e tanti altri) vogliono. 

Non vogliono per il semplice fatto che il progetto di una nuova rete Open Fiber aveva lo scopo di eliminare il Monopolio di TIM e di fare solo vendita all’ingrosso a tutti i Gestori, con uguali condizioni di accesso per tutti. Quello che andava fatto 30 anni fà quando TIM fu privatizzata.

Ma ad oggi TIM e ti potrà sembrare strano ma è cosi, è l’ennesima azienda da salvare. Troppi debiti (oltre 30 miliardi) , una rete in rame obsoleta e tanti dipendenti. A queste condizioni è difficile non cedere alle richieste di predominio di TIM e il pericolo di non uscire mai dal monopolio TIM che tanti problemi ha creato e continua a creare ai suoi stessi clienti, rischia seriamente di proseguire.

Una proposta valida l’ha fatta il Ministro Patuanelli, ovvero creare si, una Rete Unica, ma che sia pubblica, quindi dello Stato e che faccia solo vendita all’ingrosso per tutti i Gestori.

A me la soluzione mi trova d’accordissimo e si potrebbe fare anche senza rischiare i posti di lavoro dei tecnici adesso in capo a Tim. Mi auguro e ti auguro che vada in porto.

Cosa puoi fare tu? Continuare a documentarti e a postare la tua idea utilizzando l’hashtag #NORETEUNICATIM .

Il post è terminato , se vuoi chiarimenti basta commentare e ti rispondo. Per una mia Consulenza invece puoi chiamarmi o riempire il form nella pagina Contatti.

A presto. Ciao!
Pasquale

Condividi con amici e colleghi
Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin
Email this to someone
email

Lascia un commento