#Energia – Quali fattori determinano il prezzo del kWh nel Mercato Libero

prezzo del kwhTi sei mai chiesto da cosa è composto il prezzo del kWh ovvero di ogni singolo chilowattora che consumi, oppure ti limiti solo a leggere il totale della fattura..?? 

Alla luce della chiusura del Servizio Elettrico Nazionale e  sempre nell’ottica di sfatare qualche luogo comune dando informazioni corrette, ti farò un elenco dei fattori che concorrono a formare il prezzo del kWh nel mercato libero, così avrai anche modo di capire perché il prezzo cambia talvolta anche sensibilmente, tra un gestore e l’altro.

“L’energia è come una materia prima (oro, petrolio, rame…etc etc) e in quanto tale ogni giorno il suo valore economico cambia”.

Tenendo sempre presente che esiste un mercato di scambio dell’energia – GME alias  “Borsa Elettrica” – , dove giornalmente si incontrano Domanda e Offerta, passiamo alla costruzione del prezzo di un singolo kWh.

Poniamo che il prezzo di acquisto in Borsa Elettrica, pagato dal Fornitore sia di 10 centesimi. Cosa altro va sommato nella vendita a te singolo Cliente ? : 

  • Oneri di sbilanciamento
  • Oneri per Emissioni Trading (Direttiva 2003/87/CE)
  • Oneri di perequazione
  • Costi per gestione clienti (costi aziendali del fornitore)
  • Guadagno del fornitore

Poi ci sono gli oneri di copertura rischi di insolvenza.

L’insolvenza rappresenta la preoccupazione numero 1 di un Fornitore, in quanto l’emissione della fattura avviene sempre successivamente al mese di consumo e questo non ne garantisce l’incasso, pertanto la sostenibilità di questo rischio può impattare fortemente sui costi di gestione.

Chi decide il valore di tutte queste voci..??

Il valore economico di quasi tutte le voci viene deciso dal Fornitore, ma gioco forza è chiaro che un Fornitore di grandi dimensioni, abbia grossi costi di gestione oppure, un Fornitore che investe molto in pubblicità, avrà costi maggiori di chi non lo fà e così via.

Tutto questo, genera la differenza di prezzo tra un Fornitore e l’altro.

A grandi linee è tutto qui, quindi ora conosci due cose fondamentali e che ti possono aiutare nella tua scelta:

  1. Più è conosciuto il fornitore al quale ti rivolgi, più alta è la probabilità che le sue tariffe siano più care.

  2. Se vuoi REALMENTE risparmiare devi rinunciare al marchio conosciuto.

Come sempre dico: a Te la scelta..!! Però ti ricordo che puoi contattarmi in qualsiasi momento per valutare insieme una offerta che sia REALMENTE FUNZIONALE E TRASPARENTE per la tua azienda.  

A presto. Ciao..!!

Pasquale

Un Regalo per Te

Guida alla lettura di una bolletta di Energia e Gas

Invalid email address
Tengo alla tua Privacy quanto alla mia. 

Lascia un commento