#Gas – Accise agevolate. Chi ne ha diritto e come ottenerle senza correre pericoli

accise agevolate gasIn questo Post ti parlerò delle Accise agevolate Gas presenti nella bolletta della tua Azienda/Impresa.

Cosa sono, a chi le paghi e soprattutto quali possibilità hai di ridurle del 92% (se ne hai diritto) .

Ti darò anche qualche consiglio da adottare contro chi, facendo leva su questo vantaggio, ti racconta frottole PERICOLOSE , oltre che fornirti info sbagliate per strapparti una firma sul contratto.

Questo è uno di quegli argomenti che proprio mi ispirano, pronto a seguirmi ??

Vai. Si parte!

Come anticipato sopra, le accise sono presenti in ogni fattura, ma gli unici che hanno diritto ad uno sconto sono solo i soggetti con partiva iva, pertanto le utenze domestiche sono escluse. Chiarito questo punto, andiamo avanti.

Il fatto che tu abbia la partita iva ed una bolletta Gas però, non stabilisce di default che tu abbia diritto a questo SCONTO, in quanto questa possibilità è direttamente collegata al tuo codice ATECO . Mi spiego meglio.

Ogni partita iva rientra in una determinata Categoria, es.

Professionista – Artigiano – Commerciante – Ristoratore – Impresa Manifatturiera – etc etc . Ognuna di queste categorie, ha un suo numero di codice corrispondente, il cosi detto – Codice Ateco – , in sostanza definisce all’Agenzia delle Entrate, quale è il tuo lavoro e se un domani dovessi cambiare tipologia di attività, anche questo codice cambierà.

” ATTENZIONE AL GRADINO “

Sempre su all’inizio del post, ho accennato ad un PERICOLO e credimi, è veramente un qualcosa di concreto. Non è mia intenzione spaventarti sia chiaro, ma un passo sbagliato, potrebbe metterti in seria difficoltà e tra 2 secondi capirai da solo il perché.

Come tante altre voci in fattura, anche quella delle Accise, rappresenta per il tuo fornitore solo l’ennesimo costo passante, ovvero lui incassa e poi gira i soldi a chi spettano. Nel caso delle Accise, sai chi le incassa?  Ladies & Gentleman…L’Agenzia delle Dogane! O se ti suona più familiare, la Finanza. Ecco perché bisogna fare attenzione.

Te ne racconto una vissuta in prima persona

Adesso ti parlerò dei soliti #CialtronVenditori , quelli che hanno un solo obiettivo, strappare una firma sul contratto. E quale migliore occasione esiste, se non quella di prometterti uno sconto cosi vantaggioso ?

Ho avuto più volte modo, di scontrarmi con alcuni di questi campioni e con le fiabe che raccontano.

Una delle preferite è dire al Cliente che non solo il suo codice ATECO gli dà diritto all’accise agevolata ( e già questo è da appurare) , ma che addirittura gli faranno recuperare gli ultimi 2 anni già pagati : BOOOOOOMMMMMM !!!!!

Tu puoi scegliere di credermi o puoi metterti a smanettare su Google alla ricerca di conferme, a te la scelta, io ti dico che questo recupero dei 2 anni pregressi, non è fattibile o meglio, una possibilità esiste, ma parliamo di un qualcosa che possiamo definire astratto, perché un Cliente che già sà di avere diritto alle accise agevolate, di certo non perde l’occasione di vedersele applicate dal suo fornitore e in più, non esiste nessuna normativa giuridica ne delibera dell’Autorità di controllo (ARERA) , in materia.

A questo va aggiunto che andare a tirare la coda al gatto, non porta bene.

Richieste del genere, a mio personalissimo parere , potrebbero anche andare a stuzzicare la curiosità di un qualche addetto ai controlli dell’Agenzia delle Dogane, il quale magari decide di approfondire e per confrontare i tuoi consumi gas, con il volume di affari dichiarato, ti viene a trovare in Azienda.

A questo punto credo che sulla pericolosità dall’affidarsi al #CialtronVenditore di turno , ci siamo intesi abbastanza bene.

Torniamo alla parte positiva del post. Come ottenere le accise agevolate gas in tutta tranquillità

I codici Ateco che possono accedere a questo 92% di sconto sulle accise agevolate gas, sono tanti ma per essere certo che il tuo rientri tra questi, hai più vie da percorrere, io te ne suggerisco due.

Se hai un bravo Commercialista, potrebbe dirtelo lui (dovrebbe saperlo), altrimenti devi trovare un bravo Consulente / Venditore con ottime conoscenze del mondo Gas .

Adesso ci addentriamo nella parte economica e seppur è un pò tecnica di certo ti farà tornare il sorriso.

Differenza economica tra accise piene e accise scontate

Per essere precisi e professionali ti dico che, le voci inerenti alle Accise le troverai sempre in fondo al dettaglio della bolletta, subito prima della voce IVA. In tutto sono 2 e la loro esatta definizione è :

Accise per uso civile – Accise per uso industriale

di solito vengono anche dette Accise agevolate, vista la possibilità di essere ridotte del 92% (circa).

Sono suddivise in : Accisa Erariale gas e Addizionale Regionale gas.

Partiamo da quella Regionale, in quanto è quella con il costo più basso e minor differenza in % tra i due usi (civile/industriale).
L’Addizionale Regionale gas uso civile , riferendomi alla Campania (mia regione) , il costo più alto è di € 0,031 per ogni metro cubo consumato. Il costo dell’uso industriale (agevolato) invece è di € 0,0062490 .

Es. In un mese hai consumato 1000 mc, a prezzo pieno pagheresti € 31,00 – prezzo agevolato € 6,24

Accise Erariale uso civile, il costo massimo è di € 0,15 , contro il costo industriale (agevolato) di soli € 0,0124980 .

Es. Prendiamo sempre lo stesso consumo, 1000 mc , prezzo pieno pagheresti € 150,00 – agevolato € 12,49 .

Interessante, no?

Siamo giunti alla fine del post e come faccio in tutti gli altri, sei hai dubbi o domande, ti invito a commentare oppure puoi contattarmi tramite il messenger di Facebook. Qualsiasi sia la tua scelta, ti risponderò entro 30 minuti.

A presto. Ciao!

Pasquale

P.s.

Puoi chiederlo anche a me se ne hai diritto, ma dovrai mostrarmi una visura camerale.

#unadrittaperte 

Un Regalo per Te

Guida alla lettura di una bolletta di Energia e Gas

Invalid email address
Tengo alla tua Privacy quanto alla mia. 
Condividi con amici e colleghi
Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin
Email this to someone
email

Lascia un commento