#Energia – PUN Orario. Come viene calcolato e fatturato dal tuo Fornitore

pun orario

In questo Post ti parlerò di PUN Orario, dovrò essere un pò lungo ma credimi, non posso fare altrimenti, pertanto se in questo momento non dovessi avere tempo, aggiungi la pagina ai preferiti e torna con calma, perché se vuoi realmente capire bene cosa significa PUN Orario, questo è probabilmente l’unico posto del web dove puoi farlo. 

Vai. Si parte !!

In questo Blog ho già dedicato un Post al PUN  (in basso troverai il link) e devo dire che ha riscosso un buon punteggio di lettura. Già in quell’articolo facevo presente che esiste più di una formula di fatturazione del PUN , infatti abbiamo sia il PUN in Fasce o Aritmetico e  sia il PUN Orario , adesso vedremo quello Orario che di solito viene applicato a chi ha potenze superiori ai 50kW, chi ne ha di meno avrà il PUN in Fasce.

Simulando un incontro tra Te ed un Venditore/Consulente, questi ti dice che pagherai l’energia al prezzo di borsa elettrica (o industriale) , che varierà ogni mese, ma che cmq sarà identico per ogni fascia di consumo (F1;F2;F3) , maggiorato solo di un piccolo spread che rappresenta il guadagno del fornitore e che sarà fisso per una durata solitamente di 12 mesi .

Tu sicuramente sarai contento della cosa, in automatico penserai al risparmio che ti porterà questa nuova tariffa, magari nessuno te l’ha mai proposto prima e chissà mai perché.

Beh, mi tocca deluderti, perché manca un bel pezzo di spiegazione, manca proprio “il sale” del discorso.

Vediamo allora come funziona il Pun Orario e da dove viene fuori il suo prezzo.

Provo a farla semplice, ma nei fatti è un pò più articolato.

L’Energia viene acquistata e venduta ogni giorno in determinati orari e in base all’oscillazione tra domanda e offerta, per ogni ora il prezzo sarà diverso.

Questo processo da luogo ad una tabella con tutti i prezzi di acquisto energia, ora per ora per tutto il mese.

Devi sapere che esistono contatori in Fasce e contatori Orari. Sicuramente hai notato che appena qualche rigo sopra ho detto che il ” Pun Orario viene applicato a chi ha potenze superiori ai 50kW ” , la ragione è semplice, quelli sotto i 50 misurano in Fasce, quelli sopra registrano i consumi anche ogni 15 minuti.

La tua azienda consuma energia per 720 ore, quando il mese è di 30 giorni e per 744 quando è di 31, quindi il fornitore avendo a disposizione i consumi, con una semplice operazione matematica, tira fuori il prezzo a kWh.

Facciamo un esempio

Immagina di incolonnare su un foglio i prezzi dell’energia di un mese intero ora per ora e di fianco i Kwh che hai consumato ora per ora, così da far corrispondere i KWh consumati in ogni ora al prezzo dell’energia:

  • Ore 11,00 prezzo € 0,089 a KWh  X  Consumo 1000 KWh = €  89,00
  • Ore 12,00 prezzo € 0,077 a KWh  X  Consumo di 2000 KWh = €  154,00
  • Ore 13,00 prezzo € 0,058 a KWh   X  Consumo di 1500 KWh = €  87,00

…e cosi via per 24 ore

Fatte queste moltiplicazioni, per avere il tuo prezzo a kWh, basta sommare il totale dei Prezzi e dividerlo per il totale dei KWh consumati ora per ora:

  • Prezzo Medio per singolo KWh  € 330 / 4500 Kwh = € 0,073 a KWh

Il prezzo che viene fuori ne è la media, quindi difficilmente potrai trovarlo identico nella fattura di un altro utente ed è per questo motivo che insisto nel ribadire che il PUN Orario non è altro cheil tuo prezzo medio” .

In più è da tener presente, che a questo prezzo medio, come già detto all’inizio del post, bisogna aggiungere il Delta/Spread che rappresenta il guadagno del fornitore.

Un’altra differenza fondamentale tra il PUN orario e quello in Fasce, è che quest’ultimo puoi controllarlo facilmente, scaricando dal sito di Borsa Elettrica la tabella che pubblicano ogni mese, mentre per il PUN Orario non esiste alcuna tabella da controllare, il calcolo di cui sopra lo fa il tuo fornitore basandosi sulla lettura oraria del tuo contatore, che ripeto, a fine mese riceve dal Distributore.

Non che non si possano proprio fare questi controlli, avendo le curve di consumo e i prezzi orari dal fornitore puoi, ma comprendi che sarebbe un dispendio di tempo ed energie non da sottovalutare.

Adesso dimmi, quando ti è stato proposto te lo hanno spiegato così..?? Pensavi fosse così..??   Al 99% credo di NO.

Adesso ti saluto, ma prima voglio ricordarti che la differenza puoi farla solo Tu, nel momento in cui scegli da chi vuoi essere servito.

A presto. Ciao..!!

Pasquale

Il link che ti avevo promesso – Clikka Qui

Un Regalo per Te

Guida alla lettura di una bolletta di Energia e Gas

Invalid email address
Tengo alla tua Privacy quanto alla mia. 

Lascia un commento