#TLC – Come rimodulare una tariffa business senza incappare nei costi di penale

costi di penale

I Costi di Penale sono un qualcosa di veramente antipatico e non bisogna mai sottovalutarli. Così prendendo spunto da un episodio vissuto in prima persona, provo a metterti al corrente sul come cercare di evitarli e sul come affrontarli.

Ieri mi contatta un vecchio Cliente con il quale da qualche anno ci eravamo persi di vista.

Non avevamo avuto mai diverbi, ma un suo nuovo socio ritenne di aver trovato un Consulente più bravo di me.

Mi mostra una fattura Vodafone da 1300 euro, all’interno ci sono 4 servizi di rete fissa, 9 SIM mobili, 2 SIM dati e un servizio che il Cliente non sà neanche cosa sia.

La sua intenzione era quella di trovare una soluzione migliore e che gli permettesse anche di ridurre i costi.

Dalla fattura Vodafone e aiutato dal Cliente stesso, cerco di capire se i tempi di decorrenza sono passati e quali eventuali costi di penale ci potevano essere.

Non essendo sempre facile questa operazione, in quanto sulle fatture quasi nessun Gestore indica la data di attivazione e non avendo fatto io quel contratto, ci mettiamo in contatto con Vodafone e scopriamo che a Dicembre 2019 c’era stata una rimodulazione dei canoni per le SIM mobili (il Cliente lo aveva rimosso) e pertanto era ripartito anche il vincolo dei 24 mesi.

A questo punto c’era da fare una valutazione economica dei costi di Penale da affrontare, quindi il Cliente chiede all’operatore a quanto corrispondono i costi di penale per singola SIM mobile.

La risposta è devastante. Per ogni SIM la penale è di 200 euro, che diventano 100 dal 13° al 24° mese.

Hai letto bene, 200 euro e non più i “famosi” 100.

il Cliente non era stato messo al corrente di questa modifica e quindi i termini per un ricorso al CoreCom ci sono, ma siccome non è sempre certo che un ricorso si vinca, talvolta il Cliente rinuncia.

Tu mi dirai: Ma non c’era il Decreto Bersani ?

Certo e vi sono state anche apportate delle ottime modifiche, ma quel Decreto non agisce per i contratti Business, agisce solo per quelli di casa o abbonamenti con codice fiscale.

Si lo sò che molti #CialtronVenditori si riempiono la bocca con sto decreto Bersani, ma poi carta canta e quindi torno a dirti che quel decreto agisce solo per i Clienti privati e non per quelli Business.

Questo è il motivo “principe” per il quale un ricorso senza una verificabile azione di dolo nei confronti del Cliente, puoi anche perderlo.

Ma io con questo post non voglio mettermi a fare l’elenco delle condizioni per le quali puoi proporre un ricorso, io come sempre voglio andare al sodo e cioè farti evitare di ritrovarti in una tale situazione e quindi ti lascio qualche consiglio.

Esistono 2 modi per ritrovarti in una condizione del genere:

  1. Quando stipuli il contratto. E questo ormai lo sanno anche le pietre.
  2. Quando ti propongono o sei tu a chiederlo, una rimodulazione del costo mensile.

Sul primo punto posso dirti senza ombra di smentita che una possibilità di acquistare SIM Mobili con partita iva e non essere soggetto ad alcuna penale, esiste e molti miei Clienti già ne godono.

Sulla seconda vale la pena spendere qualche parola in più.

Quando rimoduli il costo di una piano telefonico Business e in special modo di una SIM Mobile, al 99,9% stai rinnovando anche il Vincolo di durata dei 24 mesi e qualche volta anche 30 e tutte le note di contratto di prima non valgono più, ecco che se prima avevi solo € 100,00 di Penale, oggi puoi ritrovartene 200, proprio come è successo al Cliente di cui sopra.

Ora io capisco che tu possa trovarti bene con il tuo gestore e che non ti va di cambiare, ma le condizioni qualche volta devi anche dettarle tu, perchè non siamo più in regime di Monopolio, gestori di telefonia mobile ce ne sono quanti ne vuoi, quindi perchè sottostare nonostante gli stai dimostrando la tua fedeltà?

Allora se vuoi che non ti accada quel che è successo al mio vecchio Cliente, devi mettere in pratica queste 3 azioni che ti elenco.

  1. Chiedi se sarai nuovamente vincolato e quale è, il costo di una eventuale penale se non rispetti il vincolo.

  2. Se la risposta è SI, puoi pretendere che vengano eliminati, sempre che non ti stia bene, ma in quel caso almeno ne sei al corrente.

  3. Che sia tu o che sia il Gestore a proporre una rimodulazione, qualsiasi sia l’accordo che raggiungi, chiedi sempre il cartaceo, sul quale deve esserci riportato quel che hai pattuito. Lascia perdere la registrazione telefonica, perché in alcuni casi farsele inviare è un impresa titanica, ma se proprio vuoi farla, l’operatore deve ripetere per filo e per segno tutto quello che ti ha promesso, se ti ha detto bugie vedrai che o cade la linea o ti rimanda ad una nuova telefonata.

Segui queste 3 semplici regole e vedrai che ti troverai bene.

In ultimo c’è da dire che da anni i Gestori non le definiscono più Penali, ma – Costi di disattivazione – e che ripeto sei tenuto a pagarli (tranne casi singoli ).

Se hai dubbi o domande sui costi di penale lascia un commento, ti risponderò entro 30 minuti.

A presto. Ciao!

Pasquale

Condividi con amici e colleghi
Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin
Email this to someone
email

Lascia un commento